Sapori, passioni e misteri dell’India

Per gli incontri di “Verso l’Asia” alla scoperta della cultura e della letteratura orientali, organizzati da O barra O e Libreria Verso.

Mercoledì 8 novembre, alle ore 19, alla Libreria Verso di Milano (Corso di Porta Ticinese 40) si parla di Sapori, passioni e misteri dell’India in compagnia di Marilia Albanese, indologa, docente di induismo e buddhismo all’Università del Cardinal Colombo e Maurizio Gatti, editore O barra O.

 

Garam Masala è una miscela di spezie indiane. Ogni spezia ha una fragranza particolare che mescolandosi alle altre dà vita a un intenso aroma. Così come, nel loro insieme, le gustose storie di queste pagine ci introducono tra le mura domestiche di un’India variegata facendoci assaporare un intero universo culturale. Un gruppo di donne, al ritmo di coltelli e mortai, si confidano episodi di vita. Ammansire lo spirito ribelle di una nuora, tentare di liberarsi di una rivale in amore rimpinzandola di cibo, riconquistare l’affetto di un figlio “occidentalizzato”… sono alcuni degli ingredienti del libro. Storie sapide e intriganti, racconti dolci e amari, aneddoti pungenti e fantasiosi si intrecciano in uno speziato mix di tradizione e modernità. Una narrazione brillante e ironica che apre una finestra su un grande paese in continua trasformazione.

 

Nel villaggio indiano di Giripul, alle pendici dell’Himalaya, Janak, timido e taciturno sarto per signora, conduce una vita divisa tra la macchina da cucire, il suo amore sconfinato per la splendida ma volubile moglie Rama, e le confidenze delle sue clienti. Una di loro gli racconta un giorno di avere sognato di decapitare il marito. Scosso e incuriosito da questo terribile presagio, Janak si trasforma in detective, con l’aiuto del suo maldestro amico d’infanzia Shankar. Tutta Giripul diventa teatro di sospetti e misfatti. Un cadavere, scoperto davanti alla tenda del famoso illusionista che con il suo spettacolo sta incantando tutto il villaggio, fa precipitare gli eventi. Janak e Shankar indagano. Il “poliziesco rosa” di Bulbul Sharma ruota attorno a una serie di personaggi di incantevole vivacità e candore: il baffuto capovillaggio e la sua incontenibile terza moglie, Balu il filosofo mendicante, l’anziana Leela con i suoi ricordi dell’epoca coloniale e i suoi amori “illeciti”. Un piccolo mondo, sonnacchioso ma vivissimo, in una campagna indiana dove il tempo sembra essersi fermato.

 

I migranti italiani nella storia del tango argentino

h. 18:30 Mudec Spazio delle Culture

con Sabatino Annecchiarico e i ballerini Angela Quacquarella e Mauro Rossi
a cura di Associazione Proficua e ANyMA TANGO

Un libro che ricostruisce, e mette in luce, la stretta relazione che gli immigranti italiani in Argentina e i loro figli già rioplatensi hanno mantenuto, nel corso degli anni, con il tango argentino. Senza di loro, i Tanos, è possibile affermare che il tango, così com’è conosciuto e amato oggi, non sarebbe mai esistito. Il saggio, che rappresenta un contributo illuminante sia per i ricercatori europei sia per quelli americani – poiché affronta un argomento ancora poco studiato – viene presentato dall’autore in forma teatrale e diventa un coinvolgente viaggio nella storia del tango.

Libro: Sabatino Alfonso Annecchiarico, Tango Tano, i migranti italiani nel tango, Mimesis Ed., 2017, ISBN 978885753 394 0

 

Focus #03 Egitto: La scena underground in Egitto prima e dopo la rivoluzione


h 17:00 Mudec Spazio delle Culture


con Claudia Galal (autrice) e Caterina Pucci (Redazione Il Caffè Geopolitico).

Questo libro, scritto da una donna italiana con padre egiziano, ripercorre cinque anni trascorsi dalla rivolta del gennaio 2011, gli istanti di speranza o di ansia tra una telefonata, un aggancio a skype, un messaggio, le voci dei parenti, dei tanti amici writer e musicisti che le spiegano la situazione. Infine due viaggi in Egitto con il registratore in mano ad esplorare l’underground. Un memoir affettivo nel quale si intrecciano fatti di cronaca, vicende personali, luoghi, incontri, immaginari e riflessioni.
Qui si sente il respiro del Nilo, il vento che soffia su piazza Tahrir e per le vie affollate di Downtown, su e giù per i viali di Zamalek e per i quartieri più popolari, ma soprattutto si ascoltano le voci di una scena controculturale in fermento che tenta ancora oggi di organizzare battaglie in nome della libertà d’espressione e per la parità dei diritti.

Libro: Claudia Galal, Cairo Calling, Agenzia X, 2016, ISBN 9788898922215

 

Buddhismo e Buddhismi

h. 15:30 Mudec Spazio delle Culture.
con Rossella Marangoni e Roberta Ceolin
a cura di ASIATEATRO

Nato in India, il Buddhismo nel corso dei secoli ha saputo adattarsi a culture e ambienti differenti, dando vita a una pluralità di scuole e insegnamenti. Questo libro è una guida sintetica, ma anche chiara e rigorosa, a una via spirituale variamente intesa come religione o filosofia, di straordinaria ricchezza e complessità, e troppo spesso vittima di malintesi o di mode. Avvalendosi di immagini e suoni suggestivi del mondo buddhista, l’autrice dialogherà con Roberta Ceolin, studiosa del mondo indiano.

Libro: Rossella Marangoni, Buddhismo, Editrice Bibliografica, 2017, ISBN: 9788870759211

Steinhardt e la vocazione della libertà

h. 14:00 Mudec Spazio delle Culture.

a cura del Centro Culturale Italo Romeno e Rediviva Edizioni, con il patrocinio del Consolato Generale della Romania a Milano.
con Antonio Buozzi, Donatella Ferrario, Gabriel Popescu, Violeta Popescu

L’incontro letterario intende portare all’attenzione del pubblico italiano e romeno la ripubblicazione in italiano del libro Diario della felicità di Nicu Steinhardt, un capolavoro della letteratura romena dopo gli anni’90. Nicu Steinhardt (1912-1989) è una figura di spicco nel panorama culturale romeno del Novecento. Nel 1959 fu processato e condannato a tredici anni di reclusione per essersi rifiutato di collaborare con il regime. All’uscita dalla prigione, riprese una proficua attività letteraria che lo portò a pubblicare diversi libri e centinaia di articoli. Diventato monaco nel 1980 col nome Nicolae Delarohia, Steinhardt fu accolto benevolmente al monastero Rohia della regione Maramureș. Da lì si sposterà comunque periodicamente a Bucarest e passerà dall’attività di traduttore a quella, intensissima, di saggista e cronista letterario, musicale e artistico, attività testimoniata dai sei libri pubblicati (con tagli operati dalla vigile censura) e dalle centinaia di saggi, articoli, note, cronache, riflessioni apparsi in varie riviste.

Libro: Nicolae Steinhardt, Diario della felicità, Rediviva Edizioni, 2017, ISBN-13: 9788897908333 [prima edizione italiana: Bologna, Il Mulino, 1995; ed.orig. Jurnalul fericirii, Cluj-Napoca, Dacia, 1992]

 

Creatività letteraria dei migranti in Italia e la didattica interculturale nelle scuole

h. 11:00 Mudec Spazio delle Culture.


con Koffi Michel Fadonougbo, Duccio Demetrio, Raffaele Taddeo. Lettrice: Anna Doneda
a cura di Compagnia Africana

Laboratorio-spettacolo. Da quasi due decenni e mezzo tanti scrittori immigrati tentano a loro modo di contribuire alla produzione culturale in Italia proponendo diversi tipi di opere, in particolare cercano di incidere nel campo letterario e di produzione di materiali per la didattica interculturale nelle scuole. Fra i materiali interculturali che entrano nelle scuole le fiabe provenienti dalle diverse culture di mondo occupano un posto privilegiato. L’incontro presenta un libro di fiaba ma intende anche mostrare l’uso didattico che viene fatto di queste opere nelle scuole attraverso il racconto dal vivo di una fiaba africana come lo farebbe un griot (cantastorie) in un villaggio africano.

Libro: Fadonougbo Koffi Michel, Sotto Il Baobab (Quando la fiaba diventa scuola di vita), Edizioni Dell’Arco, 2012, ISBN 9788878761452

 

Traiettorie celesti: la fantascienza cinese sbarca in Italia

h. 18:30 Mudec Spazio delle Culture.

con Alessandra Lavagnino (docente di lingua e cultura cinese), Carlo Pagetti (docente di letteratura inglese), Darko Suvin (studioso di fantascienza), Francesco Verso (curatore della raccolta)
a cura di Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano e Contemporary Research Centre dell’Università degli studi di Milano.

Già nota attraverso alcune traduzioni in inglese, la fantascienza cinese arriva in Italia grazie alla raccolta antologica NEBULA. FANTASCIENZA CONTEMPORANEA CINESE, a cura di Francesco Verso (Mincione Edizioni). Il volume ha la caratteristica di presentare la versione originale cinese prima della traduzione italiana. Prendendo spunto da NEBULA, Alessandra Lavagnino, Carlo Pagetti, Darko Suvin, Francesco Verso discutono dell’importanza della fantascienza cinese nell’ambito del genere SF e della diffusione della cultura cinese in Occidente.

Libro: Nebula. Fantascienza contemporanea cinese, a cura di Francesco Verso, Mincione Edizioni, 2017, ISBN: 9788885281035

 

E tu chi sei? L’Okapi.

h. 17:00 Mudec Lab
E tu chi sei? L’Okapi. Intercultura: presente in natura! Una storia di animali che ci parla dell’umanità
con Prashanth Cattaneo, Dino Ticli (autore), Gianni Cella (illustratore) e Raymond Bahati (educatore congolese)
a cura di Associazione Centro Orientamento Educativo – COE

Presentazione del libro promosso da Associazione COE con Galleria Melesi, intervista all’autore Dino Ticli e all’illustratore Gianni Cella. Presentazione dell’impegno educativo in ambito interculturale del COE. Segue reading a cura di Dino Ticli, Franca Calvetti e Raymond Bahati. Laboratorio rivolto a docenti, operatori della scuola, educatori e formatori, professionisti dell’intercultura.

Libro: Dino Ticli , Gianni Cella, E tu chi sei? L’Okapi., traduzione in francese di Marie-France Briant, grafica di Paolo Vallara, Bellavite Editore, 2017, ISBN: 9788875113117

 

Bhutan. La ruota del karma

h. 17:00 Mudec Spazio delle Culture.

con Marilia Albanese, introduce Maurizio Gatti
a cura di ASIATEATRO e ObarraO edizioni

Primo romanzo proveniente dal Bhutan. Tsomo, la protagonista del libro, mossa dalla volontà di studiare il buddismo (lo studio in quei tempi era permesso solo ai maschi, nei monasteri), lascia lo sperduto villaggio natale e inizia un lungo viaggio di ricerca attraverso il Bhutan, il Nepal, il nord dell’India per ritornare infine nella sua terra d’origine. Storia dai riflessi autobiografici, il racconto è la metafora del processo di trasformazione sociale e culturale del Bhutan odierno e il ritratto di una generazione di donne che prendono in mano il proprio destino. L’autrice getta uno sguardo particolarmente audace sul suo paese, con una semplicità, una franchezza e uno humour che non cessano di sorprendere.

Libro: Kunzang Choden, Il viaggio di Tsomo, ObarraO edizioni, 2016, ISBN: 9788887510584

Focus #03 Egitto: Islam in Love


h. 15:30 Mudec Spazio delle Culture.
con Rania Ibrahim (autrice), Paolo Branca (docente) e Shady Hamadi (scrittore).

La storia d’amore e passione proibita tra Laila, anglo-araba velata, di fede musulmana, e Mark, non musulmano, figlio di un leader di partito di estrema destra della città di Dover. Laila si racconta con tutte le sue contraddizioni ed insicurezze, schiacciata tra due culture tra loro distanti. Il sesso, seppure proibito, sarà il territorio che i due protagonisti varcheranno con naturalezza e con la sfrontatezza dei loro diciotto anni. Esploreranno i mondi sommersi che custodiscono nei loro cuori, pronti ad affrontare un intimo scontro di civiltà. Laila e Mark si spoglieranno completamente dei loro simboli, dogmi insindacabili per la nostra società, amandosi al di là di questi.

Libro: Rania Ibrahim, Islam in love, Jouvence, 2017, ISBN 9788878015807